Un’altra vittoria arrivata all’ultimo secondo grazie a un calcio trasformato, nello stesso modo in cui la serie B aveva battuto il Livorno la domenica prima, così la formazione cadetta della Rugby Roma ha espugnato l’Acqua Acetosa battendo la Lazio di un punto.

Il segnale è che la Rugby Roma, dunque, non molla e lotta fino all’ultimo, mantenendo concentrazione e voglia di vincere. Una vittoria di questo tipo, con uno scarto così minimo arrivato allo scadere, può sembrare il frutto della fortuna. Se invece si analizza il corso della partita, è evidente che così non è andata dal momento che i bianconero-verdi hanno realizzato tre mete e i biancocelesti solo una. “Sarebbe stata una tremenda beffa perdere anche questa partita dopo quella di sabato scorso contro il Colleferro” è il commento di Giuliano Sinisi e Alessandro Cioni. “Siamo stati bravi a condurre la partita come la gara precedente: il primo tempo siamo partiti molto bene con un’ottima difesa e la giusta aggressività, realizzando due mete. Purtroppo abbiamo tenuto a galla l’avversario a causa della mancanza di disciplina in alcuni casi: i calci di punizione che abbiamo provocato hanno consentito alla Lazio di rimanere attaccata a noi nel punteggio”.

Rugby Roma, dunque, molto brava nel togliere qualsiasi fonte di gioco agli avversari con una forte aggressività in fase difensiva, riuscendo a far arrivare pochissime volte il gioco ai trequarti, il loro punto più forte. “Per la poca esperienza e per la poca maturità in alcuni momenti della gara, ci manca ancora il cinismo per chiudere la gara” commentano ancora i due allenatori “Siamo stati in vantaggio per tre quarti della partita: forse abbiamo cominciato a calare un po’ mentalmente dopo le due mete realizzate e gli ultimi venti minuti siamo finiti sotto per la loro pressione e per alcuni nostri errori”.

Proprio quando si stava per mettere male, però, la Rugby Roma ha tirato fuori il vero spirito guerriero che si sta infondendo in settimana al campo, durante gli allenamenti: “Siamo orgogliosi di questa squadra che non ha mollato mentalmente, riuscendo a segnare all’ultimo. Il calcio di trasformazione finale poi era laterale, molto più complicato dei due precedenti non andati a segno. Era destino che vincessimo così”.

Un ringraziamento partitcolare è stato espresso da coach Sinisi alla Lazio che ha ospitato la partita mettendo a disposizione lo storico campo 1, vera e propria chimera della serie C: “Sono stato contento di rivedere molti ragazzi che allenavo due anni fa. L’altra vittoria importante è stata vedere tanti giocatori così come i consiglieri della società della Rugby Roma venire a prendere il freddo per sostenere la squadra: questo è il segno che il club sta lavorando bene”.

Foto Storiche

Ultimi Articoli

Contatti

Indirizzo: Via Di Tor Pagnotta, 351
Roma, RM, Italia

Tel: +39 065923799
Cell: +39 3801822281

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario: Lun.-Ven. 16:00-20:00