Tra i capisaldi della nuova direzione tecnica della Rugby Roma Olimpic Club 1930 ci sarà sicuramente la considerazione degli atleti che costituiranno il futuro del club. Per questo, un'attenzione particolare è dedicata alle relazioni con gli istituti scolastici: a curare questo aspetto è stato chiamato Ernesto De Fazi, storica figura del rugby a Roma, anche lui a un passo dall'abbandonare il mondo della palla ovale. Quando un giorno ha squillato il suo cellulare... 

  • Cosa ti ha spinto ad accettare di affrontare la prossima stagione con la Rugby Roma Olimpic Club 1930?

Dopo tanti anni di attività, avevo deciso di abbandonare il mondo del rugby. Un giorno è arrivata la telefonata di Daniele Montella che allenai molti anni fa, quando era ragazzino... e mi ha fatto tornare sui miei passi. Con Daniele ho un feeling particolare, oltre ad essere figlio di un mio carissimo amico e compagno di squadra è stato allenato da me agli esordi della sua carriera da giocatore, inoltre è stato un valido aiuto nel lavoro che ho fatto presso il Comitato Regionale Laziale, quindi non potevo assolutamente rifiutare il suo invito. Inutile dire che ritornare alla Rugby Roma e essere “richiamato” da Daniele mi ha fatto immenso piacere… per questo spero davvero di essere utile alla società.

  • In quali società hai allenato in precedenza e dove sei cresciuto rugbisticamente?

Sono un rugbista di vecchia data, nato come giocatore nella Lazio Rugby ho chiuso poi la mia carriera nella Rugby Roma Olimpic di Renato Speziali. Come allenatore ho iniziato nella Lazio Rugby e poi ho fatto tutto il mio percorso professionale nell’Eur Rugby Roma prima e successivamente nella RROC allenando quasi tutte le categorie, ricoprendo anche il ruolo di responsabile tecnico per il settore giovanile. Ho poi avuto un incarico dal C.R.L per curare i rapporti tra il comitato e le scuole.

  • Quali sono gli obiettivi che ti poni per la prossima stagione?

Come obiettivo primario vorrei cercare di portare più ragazzi e ragazze possibili a praticare questo sport nel nostro club. La componente ludica sarà la base su cui puntare per coinvolgere i ragazzi e far conoscere il nostro sport, cercando di creare un vivaio numericamente importante da cui ricavare i giocatori di domani.

  • Cosa ti auguri di trasmettere ai ragazzi che andrai ad allenare?

Il mio compito sarà quello di coordinare le attività da svolgere nelle scuole, quindi cercherò di supportare e consigliare  i nostri educatori che andranno a lavorare con gli alunni, evidenziando l’importanza della giusta alchimia tra gioco e sport. Gli alunni dovranno divertirsi ma dovranno anche acquisire le basi per poter praticare il nostro sport in sicurezza e con i fondamentali di base.

  • Cosa pensi di apportare al progetto della Rugby Roma?

Sono stato allenatore e docente di Educazione Fisica nella scuola per più di 40 anni, conosco bene il mondo del rugby ed il mondo della scuola e spero che la mia esperienza si rivelerà utile per far crescere il numero dei praticanti ed avvicinare anche i genitori alla vita del circolo e quindi del Rugby.

Ultimi Articoli

Contatti

Indirizzo: Via Di Tor Pagnotta, 351
Roma, RM, Italia

Tel: +39 065923799
Cell: +39 3801822281

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario: Lun.-Ven. 16:00-20:00