Semifinale di andata

 

Borbonici Partenope Rugby - Rugby Roma Olimpic Club 1930  31-43


Finalmente si disputa la prima partita di semifinale che porterà una delle due squadre a giocarsi un posto per il prossimo campionato elite under 18. La Rugby Roma Olimpic contro la Partenope Napoli, le due qualificate dei rispettivi gironi regionali, che hanno dato vita a un incontro sempre vivo, con giocate anche spettacolari, due squadre organizzate e ben dirette dai rispettivi allenatori.

La Rugby Roma Olimpic, vuoi l’alzataccia mattutina e il viaggio in pullman per giungere a Napoli, inizia molle e poco concentrata nonostante la posta in gioco sia alta. In questo frangente la Partenope, nonostante giocasse in 14 per la temporanea espulsione di un dei suoi giocatori per un placcaggio irregolare, la punisce al 16’ con la prima meta dell’incontro (non trasformata), realizzata dopo una prolungata azione che i romani non riuscivano a contenere. Immediata e rabbiosa la reazione dei ragazzi di D’Auria e Cioni, che, nonostante la temporanea espulsione di Giuliani (22’), riuscivano anch’essi con rapidi passaggi alla mano a portare in meta Fabio (26’ con trasformazione di Jimenez).

La Partenope non demordeva e al 30’ grazie a una disattenzione dei romani e, soprattutto a un precedente errore arbitrale (e non sarà il solo), riuscivano a trovare un varco nella difesa e realizzare in mezzo ai pali (trasformazione realizzata). Dopo questa “svista” i ragazzi della Rugby Roma iniziavano a macinare gioco muovendo finalmente la palla, come più volte urlato dalla panchina capitolina, e al 36’ Cioni realizzava una bella meta di forza (trasformazione  di Jimenez). Le due squadre raggiungevano il riposo con i romani in vantaggio per 12 a 14.

La ripresa iniziava con ben altra verve da parte dei ragazzi romani che finalmente iniziavano a condurre le danze con le loro veloci folate alla mano, mettendo sotto pressione la squadra avversaria con rapide risalite e i risultati sono subito evidenti con le mete di Fabio (1’ - trasformata da Jimenez), Urbani (12’ - non trasformata da Jimenez anche se ci sarebbe un dubbio visto che i due guardalinee avevano alzato la bandierina) e di nuovo Fabio (18’ - trasformata da Jimenez), quest’ultima con una grande giocata in velocità.

A questo punto dell’incontro sembrava ci fosse una sola squadra in campo e, con il risultato fossilizzato sul 12–33 per i capitolini, la partita sembrava segnata per la squadra di casa. Purtroppo, alcune strane decisioni arbitrali rimettono in gioco la Partenope che approfitta anche dell’inutile nervosismo dei romani realizzando due mete dovute proprio al calo di attenzione dei romani (25’ trasformata e 33’ non trasformata). Al 36’ Jimenez realizza un calcio di punizione ma allo stesso minuto ancora la Partenope riesce a realizzare ancora, grazie ad una meta tecnica concessa a larghe braccia dall’arbitro oramai in trance agonistica anche lui.

La Rugby Roma, finalmente, si ricorda di essere un’ottima squadra e, dopo 13’ di assoluto black out, al 38’ riesce a portare in meta con una bella azione corale Giuliani (trasformata da Pollak). Dopo qualche minuto di troppo di recupero la partita aveva termine con il punteggio di 31–43 a favore dei romani che adesso attenderanno la Partenope in casa per il ritorno di una serie che sembra mantenere le aspettative di spettacolarità e divertimento.

Forza ragazzi!!!
 

Ultimi Articoli

Foto Storiche

Per gli associati

Ultimi Articoli

Contatti

Via della Cina,91
Roma, RM , Italy

Tel: +39 065923799

Cell: +39 3801822281

Email: segreteria@rugbyroma.it